image image
 
image image

Titoli Obbligazionari
I due titoli di obbligazioni..

Abbiamo due tipi di obbligazioni: finanziarie e di diritto; le obbligazioni di diritto sono l'insieme delle norme che regolano la vita dei cittadini di uno stato di diritto; mentre le obbligazioni finanziarie sono quelle che interessano a noi e di cui andremo a parlare in maniera specifica.

L'obbligazione non è altro che una quota che rappresenta una parte del capitale in titoli emesso da un determinato ente (banca, stato, società varie) e sono rimborsabili a lungo o medio termine; gli interessi vengono rimborsati ai sottoscrittori attraverso cedole solitamente annuali, che variano a seconda se il tasso previsto dalle condizioni contrattuali è variabile o fisso nel tempo; alcune obbligazioni sono senza cedole e gli interessi verranno pagati tutti insieme al momento del rimborso delle quote obbligazionarie.

Le obbligazioni pi√Ļ note sono quelle emesse dallo stato; sono i famosi: BOT, CCT e BTP ; tramite questi titoli lo stato si procura denaro liquido; si pu√≤ quindi dire in poche parole che le obbligazioni sono dei prestiti che i risparmiatori effettuano verso le societ√† emittenti che possono essere: stato, banche o societ√† varie.

L'obbligazione ha una durata entro la quale la società emittente si impegna a rimborsare il capitale ai sottoscrittori delle quote; chi ha acquistato obbligazioni non possiede quote della società ma ne può vantare solamente un credito e la società ha verso quel sottoscrittore un debito che entro la scadenza o anche in maniera anticipata può decidere di rimborsare.


Anche il sottoscrittore può decidere di rimettere sul mercato prima della sua naturale scadenza, le quote obbligazionarie possedute; in tal caso il valore nominale dipenderà dal valore di mercato del momento; potrebbe anche capitare che non viene recuperato il capitale investito oppure che si recupera abbondantemente con un margine di guadagno.

La società viene autorizzata all'emissione di titoli obbligazionari dall'assemblea dei soci; la delibera deve essere registrata presso il registro delle imprese e omologata dal tribunale. L'importo massimo dei titoli emessi non deve superare il capitale calcolato nell'ultimo bilancio societario. Le srl non possono invece emettere obbligazioni; in caso di mancato pagamento delle cedole di interesse la società può presentare l'istanza fallimentare.

Le obbligazioni si suddividono in nominative e al portatore, possono essere inoltre semplici o garantite a seconda che la società debba garantire con ipoteca su beni immobili o con fideiussioni di altri redditi.

Le obbligazioni devono contenere nel certificato obbligazionario:
denominazione della società, oggetto, sede societaria, capitale sociale versato ed esistente al momento dell'emissione delle obbligazioni, la data della delibera dell'assemblea dei soci, l'iscrizione al registro delle imprese, l'ammontare complessivo delle obbligazioni e il valore nominale di ciascuna, l'interesse riconosciuto, le garanzie e le regole di rimborso.
 
image image


image image
Home | Cookies | Chi Siamo | Contatti | Privacy Policy | Informazioni Mutuo | Assicurazione Macchina | Risorse Navigazione Mobile