image image
 
image image

C/C cointestato
Ci sono vantaggi ad avere un conto cointestato? Ecco ciò che conviene sapere.
Il Conto Corrente è un servizio che le Banche e le Poste Italiane offrono ai loro clienti affinchè possano gestire pagamenti vari senza l'uso di denaro contante, sopratutto quando si tratta di pagamenti ingenti; nella maggioranza dei casi questi conti hanno un unico intestatario ma qualche volta invece hanno più intestatari, in questo caso si parla di Conto Corrente Cointestato..

I titolari del conto possono essere 2 oppure anche di più e non devono per forza essere legati da un vincolo di parentela, nel momento in cui si apre il conto tutti i cointestatari devono
depositare la firma e si deve decidere se le firme sono disgiunte o congiunte; nel primo caso ognuno dei cointestatari può operare sul conto separatamente e autonomamente senza aver bisogno della firma degli altri, nel secondo caso invece, ogni operazione che viene effettuata ha necessità della sottoscrizione di tutti i correntisti e quindi è molto più vincolante e anche molto più complicato.

Avere un conto intestato a più persone ha il vantaggio di pagare una unica spesa, questa scelta non ha, infatti, un costo aggiuntivo, le spese che verranno pagate sono pertanto le stesse dei conti correnti intestati ad una unica persona; si può anche decidere nel corso del contratto, di passare da firma disgiunta a firma congiunta o viceversa senza alcun costo.



Per avere un conto cointestato non bisogna avere particolari requisiti, l'unica cosa richiesta è essere maggiorenni, solitamente viene richiesto dall'Istituto di Credito che almeno uno dei cointestatari accrediti lo stipendio o l'eventuale pensione. In caso di decesso di uno o più cointestatari di un c/c, quando gli eredi del decuius apriranno la successione dovranno ovviamente avvisare la banca o le Poste con un atto notorio oppure con una dichiarazione sostitutiva; l'Istituto di Credito dovrà rilasciare l'elenco di tutti i rapporti intrattenuti dal defunto (c/c, libretti, polizze, deposito titoli, azioni, ecc).

Nello specifico se il c/c è a firme congiunte il prelievo di denaro può essere fatto solo con la firma di tutti, quindi gli eredi del decuius dovranno essere identificati dalla banca ed essi dovranno depositare le firme; nel caso di firme disgiunte in cui ognuno può effettuare prelievi separatamente, anche gli eredi del defunto potranno attingere dal conto, previa una modifica nella intestazione del conto a favore degli eredi che sostituiscono il defunto; nel frattempo che si eseguono queste operazioni il conto viene momentaneamente bloccato.

Alla chiusura del conto dovranno essere presenti contemporaneamente tutti gli intestatari del conto e consegnare bancomat, blocchetto di assegni ed eventuali carte di credito.
Pingbacks/Risorse esterne: ( Prestiti a Confronto Di principio il richiedere un prestito non e' un problema, pero' puo' diventarlo quando ci si fa prestare soldi dalla gente sbagliata!)

 
image image


image image
Home | Cookies | Chi Siamo | Contatti | Privacy Policy | Informazioni Mutuo | Assicurazione Macchina | Risorse Navigazione Mobile